Pastori penalizzati dalla pandemia, 3 su dieci non sono riusciti a fare i corsi online

L’analisi di Coldiretti Nuoro-Ogliastra.

Tre pastori su dieci non sono riusciti a concludere il corso online del benessere animale e di questi solo un terzo possono accedere alle piattaforme per recuperare la lezione. E’ quanto emerge da un’analisi di Coldiretti Nuoro- Ogliastra, che ieri mattina ha inviato una lettera all’assessorato regionale all’Agricoltura chiedendo di inserire tutti i beneficiari ancora inadempienti nelle liste dei partecipanti al recupero delle lezioni. 

Dei circa 10.500 beneficiari della misura 14 del Programma di sviluppo rurale del benessere animale, 3.100 pastori (il 30%) non è riuscito a concludere il primo corso formativo a seguito di problematiche quali: la mancanza di connessione, problematiche con la piattaforma dovuti oltre che alla macchinosità del sistema anche a persone anziane poco avvezze a queste tecnologie ed in quel momento impossibilitate ad avere un opportuno supporto dovuto anche alle limitazioni imposte per il Covid. “Di questi 3100 allevatori che non hanno seguito il corso, – evidenzia il direttore di Coldiretti Nuoro-Ogliastra Alessandro Serra solo un migliaio sono stati accreditati per i corsi di recupero che sono iniziati ieri, mercoledì.”

“Gli altri 2mila invece, se non recuperati, rischiano di non poter usufruire del premio, – afferma il presidente di Coldiretti Nuoro-Ogliastra Leonardo Salis – per questo abbiamo scritto all’assessorato all’Agricoltura affinché siano accreditati tutti gli oltre 3mila beneficiari, dando la possibilità di poter espletare gli impegni della misura 14 e poter beneficiare del premio”.

(Visited 105 times, 1 visits today)

Note sull'autore