Desulo piange Giambeppe Locci, lutto per la scomparsa del giovane medico

Desulo piange la scomparsa di Giambeppe Locci

A soli 27 anni il giovane medico Giambeppe Locci ha perso la vita a causa di un tumore, facendo sprofondare nel lutto la sua Desulo. In attesa di diventare cardiologo era impegnato nelle Guardie mediche del Nuorese, dove si era subito fatto apprezzare da tutti. La sua scomparsa, proprio nei giorni di festa de “La montagna produce” è arrivata come un fulmine a ciel sereno. In tanti hanno voluto lasciare un pensiero per ricordarlo.

Il ricordo dei sindaci di Desulo

“Giambeppe era un autentico signore. Educato, garbato, studente modello e ottimo medico. Un modello umano da emulare e rispettare – così lo ricorda il sindaco di Desulo, Giovanni Melis -. Ci ha lasciati così, in un autunno primaverile, tempo in cui sole e colori potrebbero solo fare pensare a quanto sia bella la vita”. Il primo cittadino dedica un lungo post alla scomparsa del giovane, con un pensiero ai suoi familiari: “Non ci sono parole per lenire il dolore di Ambrogio e Annetta, dei fratelli e della fidanzata”. Anche il suo predecessore, Gigi Littaru, ha un pensiero per chi deve sopravvivere a una perdita così grave. “Penso che per una madre e un padre non ci sia dolore più grande e profondo. La perdita di un figlio – scrive l’ex sindaco -. Desulo perde un altro dei suoi figli migliori e la tristezza ci assale e ci lascia senza parole. L’ho già detto e lo ribadisco, Dio si è nuovamente distratto“.

La poesia del parroco di Desulo

Il parroco di Desulo, Valerio Casula, ha dedicato un’intensa poesia al ricordo del giovane medico scomparso troppo presto:

A GIAMBEPPE LOCCI
“Che lampu in su chelu
coronadu de birde lavru
dolorosu e malu cravu
pesante, niedddu velu.
O Deus Tottupoderosu
sa mente muda attristada
abbarrat meda addolorada
sa vide in su coro dubbiosu.
Giambeppe dottore istimadu
troppu giovanu lassas sa terra
de Ambrogiu e Anna fizz’amadu.
Comintzande sa tua cuntierra
Deus a Issu di nd’hat leadu
pro sanare donzi mala gherra”.
29 de Santuaine 2022

A GIAMBEPPE LOCCI
“Come lampo nel cielo
coronato di verde alloro
doloroso e brutto chiodo
pesante e nero velo.
O Dio Onnipotente
la mente muta attristata
rimane molto addolorata
la fede nel cuore dubbioso.
Giambeppe dottore stimato
troppo giovane lasci la terra
di Ambrogiu e Anna figlio amato.
Iniziando la tua battaglia
Dio da lui ti ha portato,
per sanare ogni brutta guerra”.
29 Ottobre 2022

(Visited 4.103 times, 1 visits today)

Note sull'autore