Marche, il dramma di Silvia Mereu: il nubifragio le ha portato via il figlio

La donna travolta dal nubifragio nelle Marche è originaria di Urzulei

Silvia Mereu, farmacista di origini sarde, è riuscita a salvarsi ma il nubifragio che ha devastato le Marche le ha portato via il figlio. Travolti dall’ondata di piena sono riusciti a uscire dall’auto a Barbara (provincia di Ancona), ma la potenza dell’acqua ha strappato dalle braccia della madre il piccolo Mattia di 8 anni. Lei è riuscita ad aggrapparsi a un albero, dove è stata recuperata dai vigili del fuoco, mentre il piccolo è sparito dalle sue braccia.

La famiglia della donna, farmacista nelle Marche, è originaria di Urzulei e il dolore per questa tragedia ha colpito al cuore anche la Sardegna. Stamattina c’è stata una riunione tra le Regioni e si è deciso che i primi aiuti arriveranno solo dalle zone confinanti, ma la macchina degli aiuti si è già messa in moto anche nell’Isola. “Dopo l’eccezionale nubifragio verificatosi stanotte nelle Marche, che ha causato vittime e gravi danni – annunciano dalla Regione -. La Protezione civile della Sardegna è pronta ad intervenire con la sua colonna mobile regionale qualora ci fosse la necessità”.

“Adesso bisogna cercare di dare aiuto alle famiglie, ripristinare acqua, luce, telefoni e viabilità – commenta il sindaco di Barbara, Riccardo Pasqualini -, poi parleremo delle responsabilità“.

(Visited 2.723 times, 1 visits today)

Note sull'autore