La comunità di Ottana dopo due anni si prepara a festeggiare il patrono San Nicola

La festa di San Nicola a Ottana.

È tutto pronto a Ottana per rendere onore a San Nicola. Dopo due anni di fermo obbligato a causa della pandemia da Covid 19, infatti, tornano i festeggiamenti, religiosi e civili dedicati al Santo Patrono a cui è intitolata la chiesa che troneggia sulla piazza principale del paese.

“La nostra devozione a San Nicola non è venuta meno nel tempo della pandemia, che ci ha portato condizionamenti e restrizioni. Ma ora possiamo tornare a gustarla con la dovuta intensità ed entusiasmo – ha scritto il parroco don Pietro Borrotzu in un messaggio rivolto alla comunità -. Vogliamo pensarla e viverla come una festa della nostra famiglia, una sollecitazione a riscoprire i nostri legami comunitari e a superare i motivi di divisione, pur nel rispetto delle diversità. Sarà un’occasione e un aiuto a sviluppare il nostro spirito identitario e un senso di appartenenza sempre più forte ed incisivo”.

Il programma religioso prenderà il via alle 10 di domenica 15 maggio con la benedizione dei cavalieri e la processione per le vie del paese. Seguirà, alle 11, la Santa messa e la benedizione de s’angule, il tipico dolce votivo dedicato a San Nicola. I festeggiamenti civili, a cura della leva 1970 – 1980 -1990 -2000, inizieranno sabato 14 maggio, alle 22, con il Fluo party e DJ T. Domenica 15, dopo lo spazio pomeridiano dedicato ai giochi per i bambini, sarà la volta dei balli in piazza allietati dalla melodia delle fisarmoniche di Mariantonietta Bosu, Giusy Deiana, Lorenzo Chessa, Massimo Pitzalis, Giuseppe Murru e Fabio Puddu. Alle 21 serata musicale con il tributo a Rino Gaetano e Dj Prezioso.

(Visited 207 times, 1 visits today)

Note sull'autore