Dualchi, con l’acqua del ruscello coltivava 1.180 piante di marijuana

carabinieri cardedu

Arrestato in flagranza di reato un giovane di Dualchi.

Aveva occultato 1180 piante di marijuana nella fitta vegetazione tra le campagne di Dualchi. Con un complesso sistema di irrigazione prelevava l’acqua da un vicino ruscello e si garantiva un apporto costante per la cura della piantagione. I carabinieri di Silanus unitamente al personale dello squadrone carabinieri eliportato cacciatori di Sardegna, nei giorni scorsi, hanno però individuato il sito e seguito i movimenti di un giovane di Dualchi già noto alle forze dell’ordine.

Venerdì mattina era stato notato all’interno della coltivazione illegale impegnato nella gestione e cura delle piante. Tratto in arresto in flagranza di reato è stato portato questa mattina per la convalida dinanzi al giudice del Tribunale di Oristano; per lui si sono aperte le porte del carcere perché già gravato da precedenti specifici. Questa operazione al pari di altre gestite nella più ampia zona del “Marghine” dimostrano che il business della droga è in continuo aumento. Ingenti i sequestri e le operazioni condotte dai carabinieri nell’agro e nei piccoli centri che da anni si dimostrano punti focali di tali illecite attività.

Soltanto nei mesi di luglio ed agosto e questi primi giorni di settembre, i carabinieri della Compagnia di Macomer hanno tratto in arresto 4 persone e denunciato in stato di libertà altre 11, sequestrando complessivamente circa 700  chili e 1204 piante di marijuana.

(Visited 245 times, 1 visits today)

Note sull'autore