Qualità della vita, la provincia di Nuoro perde 3 posizioni

La qualità della vita a Nuoro.

Perde tre posizioni l’indice della qualità della vita a Nuoro. Nell’ultimo rapporto de Il Sole 24 Ore, la provincia della Barbagia scende al 66esimo posto tra 107 province della Penisola, prendendo in esame 90 indicatori, divisi in macro aree, tra cui ricchezza e consumi; affari e lavoro; ambiente e servizi; demografia e salute; giustizia e sicurezza; cultura e tempo libero.

Giustizia e sicurezza.

Per quanto riguarda la categoria Giustizia e sicurezza, la provincia di Nuoro ha perso ben 33 posizioni, rispetto allo scorso anno, aggiudicandosi il 68esimo posto. Per quanto riguarda i furti in abitazione, Nuoro è seconda, con 72,5 denunce su 100mila abitanti. Il primato il Barbaricino lo ha per esposti per inquinamento acustico, dove non sono state presentate denunce. Scende però per quanto riguarda le estorsioni, dove la provincia detiene il 104esimo posto, con 22,2 reati per 100mila abitanti. Il territorio non brilla nemmeno per quanto riguarda i delitti informatici, dove si piazza al 91esimo posto, con una media di 44,5 su 100mila residenti. Riciclaggio, spaccio di droga e quota di cause pendenti ultratriennali, sono altre problematiche che affliggono la provincia. L’indagine sugli stupefacenti porta il Nuorese all’83esimo posto, con 83,5 denunce per 100mila abitanti. Triste primato anche quello del riciclaggio di denaro, dove è 90esima, con 4,3 denunce per 100 residenti. A Nuoro le cause durano più di tre anni, collocando la provincia 97esima, con 36,3 casi su 100mila abitanti.

Demografia e società.

Il Nuorese si spopola. Nell’ultima indagine la provincia ha perso addirittura 69 posizioni per quanto riguarda l’indice Demografia e società, dove si classifica 80esima. Negativo il dato sul tasso di natalità, ogni 1.000 abitanti, dove si colloca 99 in Italia per numero di nati, con un valore di 5,3 nati ogni mille abitanti. Male anche per la speranza di vita alla nascita, dove la provincia della Barbagia si piazza al 60esimo posto. A determinare lo spopolamento è anche il saldo migratorio, dove il territorio si colloca al 91esimo posto. Per quanto riguarda l’istruzione dei residenti, ovvero il numero dei cittadini con il diploma, dai 25 ai 65 anni, Nuoro è al 101esimo posto e per numero di laureati sale 83esima in classifica. Tanti gli abitanti che soffrono di depressione nel Nuorese. Infatti, si classifica al 62esimo posto nella Penisola per consumo di farmaci legati alla patologia.

Cultura e tempo libero.

Nuoro perde una posizione per l’indice Cultura e tempo libero, dove si colloca al 38esimo posto. Male per quanto riguarda le infrastrutture sportive, come palestre, piscine e terme, dove il Nuorese è 100esima. Questo dato è in linea con l’indice di sportività, dove il territorio è 102esimo per persone che praticano attività fisica o sport. Poco virtuosi anche i dati sull’offerta culturale, ovvero eventi come spettacoli, dove la provincia si colloca 84esima. Stesso dato anche per quanto riguarda il patrimonio museale e le aziende agrituristiche. La provincia è virtuosa per numero di librerie per 100mila abitanti, dove è al quinto posto in Italia, con un valore dell’ 11,8; numero di bar, dove si piazza addirittura prima, ristoranti, dove scende al nono posto.

Affari e lavoro.

La provincia sale di 4 posizioni per quanto riguarda il parametro Affari e lavoro, dove è 69esima. Bene per quanto riguarda la qualità di vita delle donne, dove si aggiudica il 21esimo posto. Male, invece, per gli infortuni sul lavoro, occupando il 97esimo posto, con 19,5 incidenti sul lavoro. Il Nuorese è indietro per quanto riguardano le imprese che fanno, e-commerce dove si colloca al 107esimo posto. L’imprenditoria giovanile è, invece, uno dei dati più felici della provincia barbaricina, dove si piazza all’ottavo posto per titolari under 35 di aziende. Le problematiche del tasso di occupazione, che relegano la provincia all’84esimo posto, ha spinto sicuramente i giovani a mettersi in proprio.

Ricchezza e consumi.

Per quanto concerne la categoria “Ricchezza e consumi“, la provincia di Nuoro resta stabile, aggiudicandosi il 74esimo posto. Per quanto riguarda il canone medio di locazione, calcolato in euro al mese per appartamenti nuovi di 100 metri quadri in zona semicentrale nel comune capoluogo, la provincia è al quinto posto. Male, invece, il prezzo medio di vendita, in euro al metro quadro, dove il Nuorese è al 102esimo posto.

Ambiente e servizi.

Il Nuorese è virtuoso nella raccolta differenziata, occupando il 14esimo posto in Italia. La provincia ha scalato 44 posizioni collocandosi al 25esimo posto nell’indice Ambiente e servizi. Male, invece, per quanto riguarda il numero delle piste ciclabili, dove la Barbagia si colloca al 99esimo posto, così come sulla Motorizzazione, dove è 100esima, segno che ancora troppa gente usa l’auto per spostarsi.

(Visited 124 times, 1 visits today)

Note sull'autore