Arrivano 126 letti elettrici negli ospedali di Nuoro e Sorgono

La Asl 3 manda in pensione i letti meccanici negli ospedali di Nuoro e Sorgono

L’Asl 3 dota gli stabilimenti del suo Presidio ospedaliero unico (San Francesco di Nuoro e San Camillo di Sorgono) di 126 letti elettrici. Sostituiranno quelli meccanici, ormai obsoleti. “Ogni reparto riceverà una quantità di letti a funzionamento continuo elettrico commisurata alla vetustà dell’attuale dotazione – spiegano -. Alla casistica dei ricoverati e alle caratteristiche quali-quantitative del personale d’assistenza. La consegna avverrà gradualmente. Questo per garantire il comfort dei degenti e la sicurezza dei propri operatori”.

La nuova dotazione inciderà sul benessere sia dei pazienti sia del personale sanitario. Rendendo più agevole la movimentazione di questi letti che sarà regolata tramite delle pulsantiere poste sulle sponde. I letti moderni riducono il rischio di infezioni, di lesioni da decubito e favoriscono la circolazione del sangue. I nuovi letti elettrici migliorano il lavoro di infermieri e operatori socio-sanitari, con la diminuzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi. Anche il trasporto dei letti da un locale all’altro – verso la radiologia e le sale operatorie, ad esempio – sarà favorito da maggior leggerezza e maneggevolezza.

L’operazione di ammodernamento del parco tecnologico dei presidi ospedalieri è stata resa possibile grazie a una gara espletata dall’Arnas Brotzu di Cagliari. Con finanziamenti della Protezione civile, mentre Ares Sardegna sta gestendo la consegna e messa in funzione dei letti. “Questa importante acquisizione ci consente di fare un passo avanti nel migliorare il comfort ‘alberghiero’ dei nostri presidi ospedalieri – spiega il direttore della Asl 3, Paolo Cannas -. Offrendo contestualmente un aiuto importante anche per la movimentazione dei pazienti, a tutto vantaggio del benessere dei nostri dipendenti”.

(Visited 206 times, 1 visits today)

Note sull'autore